Anniversario di morte parente caro, frasi

In ricorrenze particolari, come l’anniversario di morte di un parente caro, spesso non sappiamo cosa dire o scrivere.

Dedicategli un pensiero o una frase di autori famosi o della Bibbia.

È passato un anno dalla morte di una vostra persona cara? Il dolore sicuramente non è mai andato via ma avete imparato a conviverci. Se si sta avvicinando l’anniversario della mortedi un parente e volete dedicare al vostro caro defunto un pensiero carino e non sapete cosa scrivere, potete scegliere delle bellissime e toccanti frasi di poeti celebri o magari alcuni passi della Bibbia.

Potete scrivere ad esempio, una bellissima e profonda frase di Sant’Agostino:Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano ma sono ovunque noi siamo”.

Oppure potete scrivere: “Una grande anima serve tutti sempre. Una grande anima non muore mai. Ci riporta insieme ancora ed ancora” di Maya Angelou, o ancora “Quando muore qualcuno, agli altri spetta di vivere anche per lui” di Alessandro Baricco.

Molto intensi ed emozionanti sono invece i versi di Canto Navajo che scrive: “Non restare a piangere sulla mia tomba, non sono lì, non dormo. Sono mille venti che soffiano. Sono la scintilla diamante sulla neve. Sono la luce del sole sul grano maturo. Sono la pioggerellina d’autunno. Quando ti svegli nella quiete del mattino, sono le stelle che brillano la notte. Non restare a piangere sulla mia tomba. Non sono lì, non dormo”

Se preferite invece i versi del Vangelo potete scrivere: “Io sono la resurrezione e la vita: chi crede in me, anche se morto, vivrà; e chi vive e crede in me non morirà in eterno”.

In caso invece di commemorazione buddista c’è un verso molto intenso che dice “Ciò che per il bruco è la fine del mondo, per la farfalla è solo l’inizio. Tutto ciò che ha un inizio ha una fine”.

Sabrina Piantadosi