Aforismi sulla reincarnazione

Aforismi sulla reincarnazione: i più conosciuti.

La reincarnazione: le citazioni più note dall’antichità ad oggi.

Nel corso dei secoli il tema della reincarnazione come fenomeno di rinascita dello spirito o dell’anima in un altro corpo, avvenuta dopo un certo periodo di tempo dalla morte, ha suscitato molte correnti di pensiero. Filosofi noti come Pitagora o Platone hanno manifestato la loro posizione in merito al particolare fenomeno che trova terreno fertile, ancora oggi, soprattutto nelle culture e religioni orientali come l’Induismo o il Buddismo. Di seguito alcune delle citazioni più note sull’argomento: “Morii come minerale e divenni una pianta; morii come pianta e divenni animale; morii come animale e fui uomo. Perché dovrei temere? Quando diminuii morendo? E tuttavia, ancora una volta morirò come uomo per elevarmi con gli angeli benedetti; ma anche lo stato di angelo supererò.”(Rumi) “Ero morto da milioni di anni prima di nascere e questo fatto non mi ha mai minimamente infastidito.” (Mark Twain) “La morte non è un tramonto che cancella tutto, ma un passaggio, una migrazione e l’inizio di un’altra vita per ogni vita.” (Cicerone) “Facile è la discesa all’Averno: notte e giorno la porta del nero Dite sta aperta: ma risalire i gradini, e ritornare a rivedere il cielo, qui sta il valore, qui la fatica.” (Virgilio) “La sua anima era esistita prima che trovasse un corpo in cui infilarsi? Era vero che dentro di lei c’era un minuscolo granello d’oro, un gioiello che il tempo non poteva distruggere, sì, un’anima che avrebbe continuato a vivere anche dopo la morte del suo corpo?” (Jostein Gaarder)